Legge di stabilita 2016

Legge di stabilità 2016

Approvata la legge di stabilità con conferme per le risorse per l’autotrasporto

 

Nella legge di stabilità appena approvata dal Parlamento ci sono numerose novità per l’autotrasporto. Le anticipiamo in modo sintetico e rimandiamo gli approfondimenti a quando verranno emanati i decreti attuativi per ogni singolo provvedimento.

 

Viene sostanzialmente confermato il contenuto dell’accordo siglato da CNA FITA e dalle altre associazioni con il Governo.

 

  • Credito d’imposta per le accise sul gasolio, però con l’esclusione dal beneficio per i veicoli di categoria ecologica euro 0 -1 – 2
  • Sostegno all’intermodalità marittima e ferroviaria ossia il marebonus e il ferrobonus
  • Riattivato il fondo di garanzia speciale per l’autotrasporto per le piccole e medie industrie
  • Introdotta la decontribuzione previdenziale nella misura dell’80%, per gli autisti utilizzati nei trasporti internazionali
  • Confermate le deduzioni forfettarie delle spese non documentate ma con nuove modalità
  • Stretta sui controlli al cabotaggio: Introdotto l’obbligo per i vettori di esibire la documentazione relativa al trasporto internazionale in corso di svolgimento
  • Super ammortamento al 140% per investimenti

 

INAIL: DEFINITA LA PERCENTUALE DI RIDUZIONE DEI PREMI PER L’ANNO 2016

Per l’anno 2016 i premi e i contributi INAIL dovuti per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali diminuirà del 16,61%. È quanto prevede il decreto del ministero del Lavoro 30 settembre 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.286 del 9 dicembre 2015, attuativo dell’art. 1, comma 128, della L. n. 147/2013.

 

La riduzione si applica ai premi di competenza del prossimo anno e quindi alla rata anticipata dovuta per il 2016 e alla regolazione o conguaglio per il 2016 da versare con l’autoliquidazione del 2017.

 

SCONTO DELL’80% SUI CONTRIBUTI DEGLI AUTISTI INTERNAZIONALI

Con questo provvedimento è previsto un esonero dai complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro nella misura dell’80 per cento. La decontribuzione dell’80% entrerà in vigore a decorrere dal 1° gennaio 2016 e durerà per tre anni, quindi fino al 2018 compreso.

 

Si applica ai conducenti che viaggiano su veicoli equipaggiati di tachigrafi digitali e che prestano la propria attività in servizi di trasporto internazionale per almeno 100 giorni annui. L’esonero contributivo è riconosciuto dall’ente previdenziale in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande.

 

Le modalità e i tempi con cui presentare le domande saranno chiariti con regolamento attuativo.

 

RIMBORSO ACCISE SOLO DAGLI EURO 3 IN SU: CON I RISPARMI SCATTA L’INCENTIVO PER ACQUISTARE EURO 6

Dal prossimo 1° gennaio le accise spetteranno per i veicoli dalla classe Euro 3 in su, verranno tagliati fuori gli Euro 1 e gli Euro 2.

 

Il 15% dei risparmi ottenuti servirà a finanziare gli acquisti di veicoli Euro 6. Il restante 85% andrà a finanziare:

  • Fondo acquisti veicoli per il trasporto pubblico locale e regionale
  • Sviluppo intermodalità
  • Progetti finalizzati a migliorare la catena intermodale e il trasporto combinato
  • Contributi per trasporto ferroviario intermodale
  • 10 milioni per il fondo di garanzia della sezione speciale dell’autotrasporto
  • Pese non documentate.

 

AUTOTRASPORTO, SALVE DEDUZIONI FORFETTARIE E FONDO GARANZIA

Le deduzioni forfettarie per le spese non documentate, anche se ne cambia la struttura, vengono mantenute ed in più si rifinanzia il Fondo di Garanzia.

 

Sono così salve le deduzioni forfetarie relative alle spese non documentate riconosciute agli autotrasportatori, che ora sono divise in due categorie.

 

Sparisce la distinzione tra trasporti regionali ed extra-regionali, che ora fanno parte di un’unica categoria, che si distingue da quella dei trasporti svolti all’interno del Comune dove ha residenza l’autotrasportatore. La norma non fissa valore, ma precisa solo che i trasporti svolti all’interno del Comune avranno un beneficio pari al 35% di quello riconosciuto per i trasporti svolti esternamente.

 

INCENTIVI PER COMBINATO STRADA-MARE E STRADA-ROTAIA

La Legge di Stabilità 2016 reintroduce per tre anni il marebonus e il ferrobonus, ossia i contributi per le imprese che utilizzano le autostrade del mare e la ferrovia per trasportare le merci.

 

Lo stanziamento maggiore, di 45,4 milioni di euro, è dedicato al trasporto combinato strada-mare. Questa somma vale per il 2016, mentre nel 2017 sarà leggermente più bassa (44,1 milioni) per rialzarsi nel 2018 (48,9 milioni).

 

Il contributo per il trasporto combinato strada-rotaia ottiene 20 milioni l’anno per il triennio 2016-2018

 

DIVIETO CONTANTE NELL’AUTOTRASPORTO

Il comma 4 dell’articolo 46 del testo della Legge di Stabilità 2016 abroga il divieto di usare contante nella filiera del trasporto merci. Resta il limite di 3000 euro.

 

Quindi, l’autotrasporto rientra nel normale limite imposto a tutti sui pagamenti in contanti, che aumenta da 1000 a 3000 euro.

About the Author /

cna@cnavarese.it

Lascia un commento

legge-di-stabilit-2016-cna-varese