Cambio fornitore energia elettrica e gas: cosa fare

Cambio fornitore energia elettrica e gas: cosa fare | CNA Varese

Cambio fornitore energia elettrica e gas: cosa fare

Dal 1 gennaio 2017 è possibile fare il cambio del proprio fornitore di energia elettrica e gas metano in tempi relativamente rapidi e senza il rischio di pagare penali.

Quanto costa cambiare fornitore luce e gas

Cambiare il fornitore di energia elettrica e di gas metano non comporta nessun costo e nessun addebito in bolletta, né da parte del fornitore uscente né da quello entrante.

Come cambiare fornitore luce e gas

Generalmente tutte le pratiche per il cambio di fornitura vengono svolte dal fornitore entrante, che provvede a raccogliere la documentazione necessaria, compilare il contratto e inviare la disdetta al fornitore uscente.

Cosa fare per cambiare fornitore energia elettrica e gas

Innanzitutto è sempre utile farsi consegnare un’offerta scritta dal nuovo fornitore; una volta verificata la bontà dell’offerta sarà cura del fornitore entrante la preparazione dei documenti contrattuali necessari al cambio del fornitore.

Quando è obbligatorio cambiare gestore energia elettrica

Il cambio del fornitore non è mai obbligatorio. Anche per le utenze in fornitura con il Servizio Elettrico Nazionale il passaggio al mercato libero avverrà in modo automatico con l’assegnazione del nuovo fornitore di energia. Chiaramente l’utente può anticipare questo passaggio automatico scegliendo da sé un fornitore del mercato libero.

Cambiare gestore energia elettrica penali

Per tutte le utenze di energia elettrica e gas la normativa prevede che non possano essere applicate penali quando si decide di cambiare fornitore. L’unico caso in cui possano essere applicate penali e quello di mancato rispetto dei termini di preavviso necessari al cambio di fornitura.

Di seguito i termini di preavviso da rispettare:

  • utenze elettriche in bassa tensione e gas fino a 200.000 mc/anno: invio della disdetta entro il 10 del mese precedente al cambio;
  • utenze elettriche in media tensione e gas con consumo superiore a 200.000 mc/anno: il preavviso di legge è di 6 mesi ma le parti (cliente e fornitore) possono negoziare tempi di preavviso diversi.

Cosa fare per il cambio fornitore energia

CNA Varese già da tempo assiste i propri associati attraverso il proprio sportello per l’energia, aiutando aziende e famiglie nella verifica delle proprie bollette fatture e selezionando per loro i fornitori più affidabili e convenienti.

Per maggiori informazioni

Tel. 0332/285289
Mail: cna@cnavarese.it

About the Author /

cna@cnavarese.it

Lascia un commento