Scadenze: paghe, fiscali ambiente e sicurezza

scadenze paghe

Scadenze Paghe Anno 2019

Settembre 2019

Lunedì 30 Settembre

  • Dichiarazione integrativa Unico ed IRAP anni precedenti
  • Inps – Denuncia mensile retributiva e contributiva (UNIEMENS individuale)
  • Presentazione del Mod. Redditi 2019 Persone fisiche entro 90 giorni dalla scadenza
  • Ravvedimento entro 15 giorni relativo al versamento delle ritenute e dell’IVA mensile
  • Termine ultimo per la presentazione in via telematica tramite Entratel o Internet della dichiarazione Redditi 2019 e della dichiarazione IRAP

Mercoledì 25 Settembre

  • Enpaia – Denuncia e versamento contributi

Venerdì 20 Settembre

  • Comunicazioni obbligatorie somministrati
  • FASC – Versamento contributi

Giovedì 19 Settembre

  • Ravvedimento relativo al versamento delle ritenute e dell’IVA mensile/trimestrale

Lunedì 16 Settembre

  • Casagit – Denuncia e versamento contributi
  • Inpgi – Denuncia e versamento contributi lavoro dipendente
  • Inps – Versamento contributi lavoro dipendente
  • Inps – Versamento contributi operai agricoli 1° trimestre
  • Inps – Versamento contributo TFR al Fondo di Tesoreria
  • Ravvedimento entro 90 giorni delle ritenute e dell’IVA mensile
  • Ritenute sui redditi di lavoro autonomo, di dipendente e su provvigioni
  • Versamento contributi Inps pescatori autonomi
  • Versamento del contributo alla gestione separata INPS

Domenica 15 Settembre

  • Inail – Accentramento posizioni assicurative

Martedì 3 Settembre

  • Ravvedimento entro 15 giorni relativo al versamento delle ritenute e dell’IVA mensile/trimestrale

Lunedì 2 Settembre

  • Presentazione della dichiarazione Redditi ed IRAP 2018 da parte delle società con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare

Agosto 2019

Sabato 31 Agosto

  • Inps – Denuncia mensile retributiva e contributiva (UNIEMENS individuale)
  • Inps ex Enpals – Denuncia mensile retributiva e contributiva (UNIEMENS individuale)
  • Libro unico lavoro
  • Versamento contributi Fasi

Lunedì 26 Agosto

  • Enpaia – Denuncia e versamento contributi

Martedì 20 Agosto

  • Casagit – Denuncia e versamento contributi
  • Comunicazioni obbligatorie somministrati
  • Enasarco – Versamento contributi
  • FASC – Versamento contributi
  • Inpgi – Denuncia e versamento contributi lavoro dipendente
  • Inps – Versamento contributi lavoro dipendente
  • Inps – Versamento contributo TFR al Fondo di Tesoreria
  • Ritenute sui redditi di lavoro dipendente
  • Versamento contributi Inps pescatori autonomi
  • Versamento del contributo alla gestione separata INPS
  • Versamento rata premio anticipato Inail III rata

Scadenze Fiscali Anno 2019

Settembre 2019

Lunedì 2 Settembre

Cedolare secca affitti – versamento 2° rata saldo 2018 e primo acconto 2019 per le PF NON titolari di partita Iva con maggiorazione dello 0,40%
L’acconto della cedolare secca può essere versata ratealmente e sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi, secondo le disposizioni previste per la rateazione dell’IRPEF.

 

 

Cedolare secca affitti – versamento 3° rata saldo 2018 e primo acconto 2019 per le PF NON titolari di partita Iva
L’acconto della cedolare secca può essere versata ratealmente e sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi, secondo le disposizioni previste per la rateazione dell’IRPEF.

 

 

Modello Dichiarazione dei redditi PF non titolari di partita iva – versamento 3° rata
Termine ultimo per il versamento della terza rata delle imposte (IRPEF)
N.B. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019 del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente:

  • per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019;
  • per i contribuenti non titolari di partita Iva (soci, collaboratori), il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019.

 

Modello Dichiarazione dei redditi PF non titolari di partita iva con maggiorazione dello 0,40% – versamento 2° rata
Termine ultimo per il versamento della seconda rata delle imposte (IRPEF).
N.B. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019 del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente:

  • per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019;
  • per i contribuenti non titolari di partita Iva (soci, collaboratori), il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019.

Martedì 3 Settembre

Ravvedimento sprint omessi versamenti di imposte e ritenute
Ultimo giorno utile per la regolarizzazione, mediante ravvedimento, dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 20 agosto 2019

Lunedì 16 Settembre

Cedolare secca affitti – versamento 3° rata saldo 2018 e primo acconto 2019 per le PF titolari di partita Iva con maggiorazione dello 0,40%
L’acconto della cedolare secca può essere versata ratealmente e sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi, secondo le disposizioni previste per la rateazione dell’IRPEF.

 

Cedolare secca affitti – versamento 4° rata saldo 2018 e primo acconto 2019 per le PF titolari di partita Iva
L’acconto della cedolare secca può essere versata ratealmente e sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi, secondo le disposizioni previste per la rateazione dell’IRPEF.

 

Cedolare secca affitti – versamento saldo 2018 e primo acconto 2019 per le PF titolari di partita Iva con maggiorazione dello 0,40%
L’acconto della cedolare secca può essere versata ratealmente e sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi, secondo le disposizioni previste per la rateazione dell’IRPEF.

 

Modello Dichiarazione dei redditi PF titolari di Partita Iva – versamenti saldo 2018 e primo acconto 2019 con maggiorazione dello 0,40%
Termine ultimo per il versamento della terza rata IRPEF ed IRAP e imposte relative alla dichiarazione dei redditi a titolo di saldo e di primo acconto.
N.B. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019 del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente:

  • per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019;
  • per i contribuenti non titolari di partita Iva (soci, collaboratori), il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019.

 

Modello Dichiarazione dei redditi PF titolari di Partita Iva – versamenti saldo 2018 e primo acconto 2019
Termine ultimo per il versamento della quarta rata IRPEF ed IRAP e imposte relative alla dichiarazione dei redditi a titolo di saldo e di primo acconto, oltre agli interessi.
N.B. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019 del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente:

  • per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019;
  • per i contribuenti non titolari di partita Iva (soci, collaboratori), il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019.

 

Modello Dichiarazione dei redditi SC SP ENC – versamenti saldo 2018 e primo acconto 2019 con maggiorazione dello 0,40%
Termine ultimo per il versamento della terza rata IRES ed IRAP a titolo di saldo e di primo acconto relative alla dichiarazione dei redditi, oltre interessi pari allo 0,33%.
N.B. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019 del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente:

  • per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019;
  • per i contribuenti non titolari di partita Iva (soci, collaboratori), il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019.

 

Modello Dichiarazione dei Redditi SC, ENC e SP – versamento 4° rata saldo 2018 e primo acconto 2019
Termine ultimo per il versamento delle imposte (IRES e IRAP) della 4° rata saldo 2018 e primo acconto 2019 imposte dirette, oltre agli interessi.
N.B. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019 del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente:

  • per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019;
  • per i contribuenti non titolari di partita Iva (soci, collaboratori), il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019.

 

Comunicazione liquidazioni periodiche IVA effettuate nel secondo trimestre solare del 2019
Termine ultimo per la comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA del II trimestre 2019

 

 

Fatturazione differita (formato elettronico)
Termine ultimo per l’emissione e la registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documenti di accompagnamento

 

 

Iva mensile – versamento
Termine ultimo per liquidazione e versamento dell’IVA relativa al mese precedente

 

 

Versamento 7° rata saldo IVA 2019 risultante dalla dichiarazione annuale
Versamento 7° rata del saldo IVA relativo all’anno d’imposta 2018 risultante dalla dichiarazione annuale con la maggiorazione dell’1,98% mensile a titolo di interessi

Giovedì 19 Settembre

Ravvedimento breve omessi versamenti di imposte e ritenute
Ultimo giorno utile per la regolarizzazione, mediante ravvedimento, dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 20 agosto 2019

Mercoledì 25 Settembre

Elenchi Intrastat acquisti – mensili
Termine ultimo per la presentazione elenchi Intrastat relativi al mese precedente

Lunedì 30 settembre

Contratti di locazione – Registrazione e versamento imposta di registro

Termine ultimo per il versamento dell’imposta di registro sui contratti di locazione stipulati il 1° settembre o rinnovati tacitamente a decorrere dal 1° settembre.

 

Ravvedimento sprint omessi versamenti di imposte e ritenute

Ultimo giorno utile per la regolarizzazione, mediante ravvedimento, dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 settembre 2019 usufruendo della riduzione della sanzione in misura pari allo 0,1% per ogni giorno di ritardo sino al quattordicesimo.

 

Modello Dichiarazione dei redditi PF – versamenti

Termine ultimo per il versamento in unica soluzione del saldo di IRPEF, addizionali regionale e comunale, del 1° acconto di IRPEF, e dell’acconto dell’addizionale comunale, o della prima rata, dovuto in base alla dichiarazione di redditi PF, del saldo IVA 2018 con maggiorazione dell’1,6% (0,4% per mese o frazione di mese dal 16.3), dell’imposta sostitutiva del 5% per i contribuenti minimi (saldo e 1° acconto), dell’imposta sostitutiva del 15% per i contribuenti forfetari (saldo e 1° acconto), dell’imposta sostitutiva del 5% per i contribuenti forfetari start-up (saldo e 1° acconto), dell’acconto 20% dell’imposta dovuta per i redditi a tassazione separata, dell’IVIE e dell’Ivafe (saldo e primo acconto), dei contributi IVS (saldo e primo acconto), dei contributi Gestione separata INPS (saldo e primo acconto). Il versamento può essere effettuato entro 30 giorni dalla scadenza con la maggiorazione dello 0,40%.

N.B. Nella conversione in legge del cd. “Decreto crescita” , è stata disposta la proroga al 30.9.2019 del termine di versamento delle imposte risultanti dal mod. Redditi 2019, Irap 2019 e Iva 2019 per tutti i soggetti tenuti all’applicazione dei nuovi Isa, per i contribuenti minimi e forfetari. Inoltre, è stato fissato al 30.11.2019 (prorogato al 2.12.2019 poichè il 30.11. cade di sabato) il termine per la presentazione del mod. Redditi 2019 e del mod. Irap 2019. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019 del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente:

  • per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019;
  • per i contribuenti non titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019.

 

 

Modello Dichiarazione dei Redditi SC, ENC e SP – versamenti

Termine ultimo per il versamento delle imposte (IRES e IRAP) a titolo di saldo e di primo acconto relative alla dichiarazione dei redditi, o della prima rata. 

N.B. Nella conversione in legge del cd. “Decreto crescita” , è stata disposta la proroga al 30.9.2019 del termine di versamento delle imposte risultanti dal mod. Redditi 2019, Irap 2019 e Iva 2019 per tutti i soggetti tenuti all’applicazione dei nuovi Isa, per i contribuenti minimi e forfetari. Inoltre, è stato fissato al 30.11.2019 (prorogato al 2.12.2019 poichè il 30.11. cade di sabato) il termine per la presentazione del mod. Redditi 2019 e del mod. Irap 2019. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019 del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente:

  • per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019;
  • per i contribuenti non titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019.

 

 

Cedolare secca affitti – versamento 3° rata saldo 2018 e primo acconto 2019 per le PF NON titolari di partita Iva con maggiorazione dello 0,40%

L’acconto della cedolare secca può essere versata ratealmente e sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi, secondo le disposizioni previste per la rateazione dell’IRPEF.

 

Cedolare secca affitti – versamento 4° rata saldo 2018 e primo acconto 2019 per le PF NON titolari di partita Iva

L’acconto della cedolare secca può essere versata ratealmente e sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi, secondo le disposizioni previste per la rateazione dell’IRPEF.

 

Modello Dichiarazione dei redditi PF non titolari di partita Iva – versamento 4° rata

Termine ultimo per il versamento della quarta rata delle imposte (IRPEF, IVIE, IVAFE, etc..).

N.B. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019, ad opera del D.L. 34/2019, conv. con modif. con L. 58/2019, del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione di cui all’art. 20, D.Lgs. 241/1997, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente:

  • per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019;
  • per i contribuenti non titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019.

 

Modello Dichiarazione dei redditi PF non titolari di partita Iva con maggiorazione dello 0,40% – versamento 3° rata

Termine ultimo per il versamento della terza rata delle imposte (IRPEF, IVIE, IVAFE, etc..)

N.B. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019, ad opera del D.L. 34/2019, conv. con modif. con L. 58/2019, del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione di cui all’art. 20, D.Lgs. 241/1997, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente:

  • per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019;
  • per i contribuenti non titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019.

 

Esterometro

Termine ultimo per l’invio della comunicazione relativa a agosto 2019 dei dati delle fatture emesse e ricevute da parte dei soggetti Ue e Extra Ue (cd. esterometro).

 

Regime forfettario agevolato – Versamento saldo 2018 e primo acconto 2019

Regime forfettario agevolato: versamento saldo 2018 e primo acconto 2019.

N.B. Per i contribuenti soggetti agli Isa, i contribuenti minimi e forfetari il differimento al 30.9.2019, ad opera del D.L. 34/2019, conv. con modif. con L. 58/2019, del termine per i versamenti ha l’effetto, in caso di opzione per la rateizzazione di cui all’art. 20, D.Lgs. 241/1997, di ridurre a tre il numero delle rate, scadenti rispettivamente: – per i contribuenti titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 16.10.2019 e il 18.11.2019; – per i contribuenti non titolari di partita Iva, il 30.9.2019, il 31.10.2019 e il 2.12.2019. 

La R.M. 1.8.2019, n. 71/E riassume due possibili calendari (contribuenti titolari e non titolari di partita Iva) per la rateizzazione dei versamenti per chi sceglie di avvalersi della proroga al 30.9.2019 (art. 12-quinquies, co. 3 e 4, D.L. 34/2019, conv. con modif. dalla L. 58/2019) dei termini per il pagamento di imposte dirette, Irap e Iva dovute dai soggetti per i quali sono stati approvati gli Isa (compresi quelli in regime forfetario, in regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità e con altre tipologie di criteri forfetari di determinazione del reddito).

 

Indicatori di affidabilità fiscale (ISA)

Scade oggi il termine per il versamento dell’Iva dovuta sui maggiori ricavi e/o compensi indicati nel mod. Redditi 2019 da parte dei soggetti che applicano gli Indicatori di affidabilità fiscale (Isa) al fine di migliorare il proprio indice di affidabilità.

N.B. Nella conversione in legge del cd. “Decreto crescita” , è stata disposta la proroga al 30.9.2019 del termine di versamento delle imposte risultanti dal mod. Redditi 2019, mod. Irap 2019 e Iva 2019 per tutti i soggetti tenuti all’applicazione dei nuovi Isa. Inoltre, è stato fissato al 30.11.2019 (prorogato al 2.12.2019 poichè il 30.11. cade di sabato e il 1.12. è festivo) il termine per la presentazione del mod. Redditi 2019 e del mod. Irap 2019.

 

Elenchi del cinque per mille – presentazione domanda tardiva

I soggetti che non hanno effettuato l’iscrizione per il 2019 entro il termine di scadenza, qualora non siano già presenti nell’elenco permanente degli iscritti, possono, infatti, ancora trasmettere la domanda telematica entro la data odierna ai sensi dell’articolo 2, comma 2, del Dl 16/2012. 

I soggetti debbono anche inviare, sempre entro la data odierna, anche la dichiarazione sostitutiva di atto notorio e versare un importo pari a 250 euro tramite il modello F24 con codice tributo 8115. 

Si ricorda che per gli enti di volontariato la dichiarazione va inviata alle Direzioni Regionali dell’Agenzia delle Entrate territorialmente competenti, mentre per le associazioni sportive dilettantistiche la dichiarazione va inviata all’Ufficio del Coni nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell’associazione interessata.

Agosto 2019

Martedì 20 Agosto

  • Ravvedimento entro 90 giorni delle ritenute e dell’IVA mensile/trimestrale
  • Ravvedimento relativo al versamento delle ritenute e dell’IVA mensile
  • Ritenute sui redditi di lavoro autonomo e su provvigioni
  • Versamento seconda rata contributi fissi INPS artigiani e commercianti

Scadenze Ambiente e Sicurezza Anno 2019

SETTEMBRE 2019

Lunedì 9 Settembre

Conoe: dichiarazione mensile

Le imprese obbligate all’adesione al Conoe che optano per l’invio della dichiarazione mensile devono inviare i dati per il calcolo del contributo mensile entro il giorno 10 del mese successivo.

Venerdì 20 Settembre

Conai – Dichiarazione periodica mensile

Termine entro il quale:

  • i produttori di imballaggi (mod. 6.1)
  • gli importatori di imballaggi (mod. 6.2)
  • i soggetti che hanno adottato la compensazione per import/export di imballaggi (mod. 6.10), devono presentare al Conai la denuncia mensile con la quale viene definita l’entità del contributo ambientale, che dovrà essere versato dopo il ricevimento della relativa fattura da parte di Conai. La Dichiarazione va presentata con cadenza mensile se nell’anno precedente il contributo ambientale complessivo, dovuto per singolo materiale, è superiore a 31.000,00 euro.

Lunedì 30 Settembre

RAEE – VERSAMENTO A CARICO DEI PRODUTTORI DI AEE DELLE TARIFFE A COPERTURA DEGLI ONERI PER ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO E FUNZIONAMENTO DEL COMITATO DI VIGILANZA, DEL COMITATO DI INDIRIZZO E DEL REGISTRO AEETEL

Entro questa data annualmente i produttori di AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) devono versare le tariffe che il Ministero dell’Ambiente definisce a copertura degli oneri relativi alle attività di monitoraggio e di funzionamento del Comitato di Vigilanza e controllo sulla gestione dei rifiuti di queste apparecchiature (RAEE) e delle pile e accumulatori, del Comitato di indirizzo sulla gestione dei RAEE e di tenuta del Registro Nazionale AEETEL. L’importo da versare consiste in una quota fissa pari a 10,00 Euro all’anno, più una quota variabile in base alle quote di mercato, che viene calcolata dal Comitato di vigilanza e controllo entro il 30 aprile di ogni anno, sulla base delle comunicazioni MUD dei produttori di AEE. Le tariffe sono calcolate annualmente e pubblicate nell’area riservata del sito www. registroaee.it/ entro il 30

Lunedì 30 Settembre

Gestione pneumatici fuori uso (PFU) – Comunicazione dei produttori/importatori o loro consorzi stima oneri per determinazione contributo PFU provenienti da veicoli a fine vita per anno successivo

Entro questa data annualmente i produttori di AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) devono versare le tariffe che il Ministero dell’Ambiente definisce a copertura degli oneri relativi alle attività di monitoraggio e di funzionamento del Comitato di Vigilanza e controllo sulla gestione dei rifiuti di queste apparecchiature (RAEE) e delle pile e accumulatori, del Comitato di indirizzo sulla gestione dei RAEE e di tenuta del Registro Nazionale AEETEL. L’importo da versare consiste in una quota fissa pari a 10,00 Euro all’anno, più una quota variabile in base alle quote di mercato, che viene calcolata dal Comitato di vigilanza e controllo entro il 30 aprile di ogni anno, sulla base delle comunicazioni MUD dei produttori di AEE. Le tariffe sono calcolate annualmente e pubblicate nell’area riservata del sito www. registroaee.it/ entro il 30

AGOSTO 2019

Venerdì 10 Agosto 

Conoe: dichiarazione mensile

Le imprese obbligate all’adesione al Conoe che optano per l’invio della dichiarazione mensile devono inviare i dati per il calcolo del contributo mensile entro il giorno 10 del mese successivo.

Lunedì 20 Agosto

Conai – Dichiarazione periodica mensile

Termine entro il quale:

  • produttori di imballaggi (mod. 6.1)
  • gli importatori di imballaggi (mod. 6.2)
  • i soggetti che hanno adottato la compensazione per import/export di imballaggi (mod. 6.10), devono presentare al Conai la denuncia mensile con la quale viene definita l’entità del contributo ambientale, che dovrà essere versato dopo il ricevimento della relativa fattura da parte di Conai. La Dichiarazione va presentata con cadenza mensile se nell’anno precedente il contributo ambientale complessivo, dovuto per singolo materiale, è superiore a 31.000,00 euro.

LUGLIO 2019

Domenica 15 luglio 

Invio registro informatizzato verifiche periodiche attrezzature periodo aprile – luglio

Entro il 15 luglio di ogni anno, i soggetti abilitati alle verifiche periodiche delle attrezzature elencate nell’allegato VII del D.Lgs. 81/08 devono inviare al “Portale soggetti abilitati” istituito da INAIL il registro delle verifiche effettuate nel periodo 15 aprile / 15 luglio.

A partire dal 6 giugno saranno pubblicate le date di apertura e chiusura dello sportello informatico per l’invio. Almeno una settimana prima della data di apertura, nella pagina informativa dedicata al bando Isi 2018, saranno pubblicate le regole tecniche per illustrare le modalità di funzionamento dello sportello informatico.

Domenica 15 luglio

 

POLIECO – DICHIARAZIONE PERIODICA SEMESTRALE

Scadono i termini per il versamento del contributo ambientale e per l’invio della dichiarazione periodica semestrale al Polieco. Rientrano in tale scadenza le imprese che effettuano la produzione e l’importazione di beni a base di polietilene (categoria A).

Venerdì 20 Luglio

 

Conai – Dichiarazione periodica mensile

Termine entro il quale:

  • i produttori di imballaggi (mod. 6.1)
  • gli importatori di imballaggi (mod. 6.2)
  • i soggetti che hanno adottato la compensazione per import/export di imballaggi (mod. 6.10), devono presentare al Conai la denuncia mensile con la quale viene definita l’entità del contributo ambientale, che dovrà essere versato dopo il ricevimento della relativa fattura da parte di Conai. La Dichiarazione va presentata con cadenza mensile se nell’anno precedente il contributo ambientale complessivo, dovuto per singolo materiale, è superiore a 31.000,00 euro.

Venerdì 20 Luglio

 

CONAI – DICHIARAZIONE PERIODICA TRIMESTRALE

Termine entro il quale:

  • i produttori di imballaggi (mod. 6.1)
  • gli importatori di imballaggi (mod. 6.2)
  • i soggetti che hanno adottato la compensazione per import/export di imballaggi (mod. 6.10),
    devono presentare al Conai la dichiarazione trimestrale, con la quale viene definita l’entità del contributo ambientale, che dovrà essere versato dopo il ricevimento della relativa fattura da parte del Conai.

Mercoledì 31 Luglio

 

Tributo speciale rifiuti smaltiti in discarica

Termine per il versamento alla Regione del tributo speciale istituito dalla Legge 549/95 per i rifiuti smaltiti nel trimestre aprile/giugno.
Per gli scarti e i sovvalli di impianti di selezione automatica, riciclaggio e compostaggio, nonché per i fanghi anche palabili il tributo è dovuto nella misura del 20%.

scadenze-paghe-fiscali-ambiente-e-sicurezza-cna-varese