Decreto Legge del 7 ottobre: proroga dello stato d’emergenza e obbligo di utilizzo della mascherina

Decreto Legge del 7 ottobre

Decreto Legge del 7 ottobre: proroga dello stato d’emergenza e obbligo di utilizzo della mascherina

Il Consiglio dei Ministri il 7 ottobre 2020, vista la nota del Ministro della salute e il parere del Comitato tecnico scientifico ha emanato il Decreto Legge n. 125.

Di seguito le principali novità.

 

 

Proroga stato d’emergenza

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato la proroga dello stato d’emergenza fino al 31 gennaio 2021.

Obbligo dell’uso della mascherina

Nel Decreto Legge del 7 ottobre si introduce l’obbligo di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, e si ampliano le circostanze che prevedono l’obbligo di indossarli.

I dispositivi di protezione individuale dovranno essere indossati non solo nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, come già in passato, ma più in generale nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e anche in tutti i luoghi all’aperto.

Sanzioni

La multa prevista per lo scorretto utilizzo della mascherina va da 400 a 1.000 euro.

Esempi sul corretto utilizzo della mascherina

La mascherina va indossata obbligatoriamente nei seguenti casi:

  • Quando esco di casa
  • Se mi trovo in un centro abitato
  • Quando prendo un mezzo pubblico
  • In macchina o in moto se a bordo si trasportano persone non conviventi (anche familiari)
  • Se sono al lavoro (ufficio, officina ecc)
  • Se entro nei negozi
  • Al ristorante o al bar al chiuso e all’aperto. Durante la consumazione di cibo e bevande va mantenuta la distanza di un metro

La mascherina può non essere indossata nei seguenti casi:

  • Se passeggio in una zona isolata, ma bisogna essere pronti a metterla se si incontrano altre persone
  • In macchina solo nel caso in cui si è da soli o con i congiunti
  • Se faccio attività motoria sia all’aperto sia al chiuso, a meno che non si riesca a mantenere la distanza di 2 metri dalle altre persone
  • La mascherina non è obbligatoria per i minori di 6 anni
  • Non è obbligatoria per le persone con patologie o disabilità incompatibili con la copertura di naso e bocca e «coloro che per agire con loro abbiano la stessa incompatibilità».

Regioni

Il decreto interviene anche sulla facoltà delle regioni di introdurre misure derogatorie rispetto a quelle previste a livello nazionale.

Si prevede che le regioni, nei limiti delle proprie competenze regionali e di quanto previsto dal decreto-legge n. 33 del 2020possano introdurre temporaneamente misure maggiormente restrittive.

About the Author /

cna@cnavarese.it

Lascia un commento

decreto-legge-del-7-ottobre-le-novit-cna-varese