Formazione finanziata: cos’è e come funziona

Formazione finanziata: cos'è e come funziona

Formazione finanziata: cos’è e come funziona

Per ottenere la formazione finanziata esistono diversi canali che vengono distinti in base alle caratteristiche del destinatario.

Oggi ci occupiamo di questo destinatario: il lavoratore che ha un regolare contratto di lavoro, a tempo determinato o indeterminato o in apprendistato.

Se sei un imprenditore, se sei un’imprenditrice, se ritieni che la formazione sia un elemento importante nella cura e nella crescita professionale dei tuoi dipendenti, questo post può tornarti utile.

 

 

Chi finanzia la formazione finanziata

In primo luogo ci sono i fondi interprofessionali.

Ci sono poi le regioni che deliberano, ciascuna a suo modo, attingendo ai fondi della Comunità Europea e a contributi aggiuntivi regionali e/o ministeriali.

Cosa sono i fondi interprofessionali

Sono fondi che attingono ai contributi versati mensilmente per i dipendenti, l’Inps ne destina lo 0,30 alla formazione dei dipendenti stessi.

Ce ne sono diversi e ogni impresa aderisce liberamente a un fondo piuttosto che a un altro.

Quanto costa aderire a un fondo interprofessionale

Non costa nulla, in quanto il fondo attinge già allo 0,30 dei contributi versati. L’impresa attraverso l’uniemens sceglie il fondo a cui aderire. Su come aderire sono esperti i consulenti paghe, basta chiedere a loro.

L’azienda anticipa i costi della formazione e poi rendiconta le spese e riceve il contributo

Molti fondi funzionano effettivamente così, non è così con il fondo interprofessionale Fondartigianato.

In questo caso è l’ente di formazione accreditato che si fa carico delle spese da sostenere per:

  • i docenti
  • i consulenti
  • per la progettazione
  • il tutoraggio
  • la rendicontazione a Fondartigianato.

È un vantaggio non secondario per la liquidità di un’impresa.

Quanto tempo ci vuole per avviare un corso di formazione finanziata

Questa è un po’ la nota dolente. Il fondo pubblica dei bandi, detti “inviti”, l’ente di formazione “accetta l’invito” presentando dei progetti, che dovranno poi essere approvati. Il più delle volte sessanta giorni non sono abbastanza.

Ecco perché è importante avvalersi della consulenza di un esperto della formazione per fare una analisi dei fabbisogni formativi e programmare nel tempo corsi e progetti da presentare.

Quando programmare la formazione non è un obiettivo raggiungibile

Le imprese artigiane, le piccole imprese sono prese dal quotidiano, dal fatturato, dal rapporto con il cliente e per progettare la formazione spesso non hanno tempo.

Per questo Ecipa Lombardia, ente di formazione della CNA, accreditato per la formazione, ha presentato progetti a voucher, già approvati, che consentono di attivare in tempi più brevi la formazione.

In questo momento abbiamo una proposta sulle soft skills, le competenze trasversali che chi lavora oggi deve possedere:

  • una buona capacità comunicativa
  • una lingua straniera
  • competenze digitali ecc.

Ricapitolando

Per poter ottenere la formazione finanziata:

  1. Controlla se la tua impresa aderisce a un fondo interprofessionale: chiedi al tuo consulente paghe di interrogare il cassetto previdenziale ai fondi interprofessionali;
  2. Se vuoi avvalerti di Fondartigianato il codice che deve apparire è FART.
    Non c’è fallo inserire e eventualmente chiedi la revoca a una precedente adesione;
  3. Scegli dal catalogo il corso richiesto;
  4. Scarica la scheda di adesione;
  5. Invia il tutto a lbalzan@cnavarese.it

Informazioni sulla formazione finanziata

Chiedi informazioni al nostro ufficio Formazione.

Lina Balzan

tel. 0332 234 518

lbalzan@cnavarese.it

About the Author /

lbalzan@cnavarese.it

Lascia un commento

formazione-finanziata-cos-039-e-come-funziona-cna-varese