Obbligo di rilevazione della temperatura per i datori di lavoro

obbligo temperatura datori lavoro

Obbligo di rilevazione della temperatura per i datori di lavoro

Dal 18 fino al 31 maggio in Lombardia ci sarà l’obbligo di misurazione della temperatura dei lavoratori prima di entrare sul posto di lavoro da parte di datori di lavoro o di un loro delegato.

L’Ordinanza 546 e 547 di Regione Lombardia

Con l’ordinanza 546 e 547 pubblicate da Regione Lombardia da lunedì 18 ci saranno importanti novità.

Ad ogni lavoratore, prima di entrare sul posto di lavoro, sarà misurata la temperatura a cura o sotto la supervisione del datore di lavoro o suo delegato.

Se la temperatura del lavoratore risulterà superiore ai 37,5° non sarà consentito l’accesso o la permanenza nei luogo di lavoro.

Il lavoratore sarà momentaneamente isolato e il datore di lavoro avrà l’obbligo di comunicarlo all’Ats tramite il medico competente.

L’operazione di misurazione della temperatura deve essere effettuata anche se il lavoratore manifesta i sintomi di infezione da Covid-19 con relativo isolamento e comunicazione ad Ats.

Lavoratore fuori sede

Se il lavoratore prende servizio in un luogo di lavoro o svolge la propria prestazione con modalità che non prevedono la presenza fisica del datore di lavoro o suo delegato come:

  • l’impiantista che si reca direttamente presso il domicilio del cliente
  • il trasporto pubblico locale
  • il trasporto automobilistico di merci
  • i servizi di assistenza domiciliare

Il lavoratore dove comunicare eventuali sintomi da infezione da Covid-19 al datore di lavoro o al suo delegato e dovrà mettersi in momentaneo isolamento.

Il datore di lavoro avrà l’obbligo di comunicarlo all’Ats tramite il medico competente.

Il datore di lavoro o il suo delegato deve ricordare al personale dipendente l’obbligo di misurare la temperatura corporea (anche via SMS) e potrà in ogni momento verificare se i dipendenti hanno sintomi da infezione che impediscono l’inizio o la prosecuzione della prestazione lavorativa da parte del dipendente.

La misurazione della temperatura è raccomandata “fortemente” anche per i clienti e gli utenti prima dell’ingresso nel luogo di lavoro.

Durata dell’ordinanza

Come scritto nell’Ordinanza 555 di Regione Lombardia, le disposizioni saranno valide fino al 15 giugno 2020.

Sanzioni

Il mancato rispetto delle misure previste dall’Ordinanza prevedono una sanzione che va dai 400 € fino ai 3000 €, secondo quanto previsto dall’art. 4 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19.

Informazioni sull’obbligo della misurazione della temperatura per i datori di lavoro

Il nostro ufficio Ambiente, Sicurezza e Qualità è a tua disposizione per fornirti ulteriori informazioni.

Sicurezza – Laura Rosati

0332 285 053

Prenota il servizio di assistenza Covid presso l’ufficio mandando una mail a asq@cnavarese.it.

Resta aggiornato

Tutti i nostri articoli sul Coronavirus li trovi cliccando QUI

Gli articoli sulla Fase 2 li trovi Cliccando QUI

Lascia un commento

obbligo-di-rilevazione-della-temperatura-per-i-datori-di-lavoro-cna-varese