La formazione obbligatoria del lavoratore: i corsi da sostenere

Formazione obbligatoria lavoratore

La formazione obbligatoria del lavoratore: i corsi da sostenere

Sei un RSPP datore di lavoro e vuoi essere in regola con la formazione dei tuoi collaboratori? Il primo passaggio, obbligatorio per qualsiasi impresa, è formare i lavoratori alla prevenzione dei rischi e degli infortuni sul lavoro. In questo post ti spiego quando, come, quanto e perché formare i tuoi dipendenti e collaboratori.

Quando il lavoratore deve essere formato

Il lavoratore, sia esso un dipendente, un tirocinante, un socio, deve essere formato entro 60 giorni dall’assunzione. Un accordo contrattuale vige per le imprese de settore edile: il lavoratore va formato prima di entrare in cantiere.

Come definire il livello di rischio alto medio basso

Il corso di formazione del lavoratore ha tre livelli di rischio: basso, medio e alto. Il livello di rischio si desume dal documento di valutazione dei rischi dell’impresa, dal codice ATECO dell’impresa e dalla mansione che svolge il lavoratore.

Formazione generale e specifica

Il corso di formazione del lavoratore si divide in due parti: una generale che prevede delle conoscenze di base sulla sicurezza sui luoghi di lavoro uguale per tutti, una specifica in base al livello di rischio dell’impresa. La parte di formazione generale dura 4 ore, la parte specifica si differenzia in base al livello di rischio, 4 ore per il rischio basso, 8 ore per il rischio medio, 12 ore per il rischio basso.

Quando il corso può essere fatto in e-learning

La parte generale può essere fatta in e-learning, la parte specifica in aula. Ci sono alcune eccezioni: gli impiegati, i lavoratori del commercio e del turismo possono fare anche la parte specifica in e-learning.

Aggiornamento della formazione

Il corso di formazione del lavoratore va aggiornato ogni cinque anni.

Mancata formazione del lavoratore le sanzioni

Il corso di formazione serve a far riflettere la persona sui suoi comportamenti, sulle posture che assume mentre lavora, sulla sua capacità di valutare una situazione di pericolo o di rischio. Il fenomeno degli infortuni sul lavoro è particolarmente elevato nei giovani e nei lavoratori over cinquanta. la formazione del lavoratore è diventata obbligatoria perché troppi lavoratori hanno subito incidenti o hanno riportato malattie professionali. Per questo le sanzioni per la mancata formazione sono elevate: arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.474,21€  a 6.388,23 €.

Formazione obbligatoria del lavoratore: le conclusioni

In questo post ti ho spiegato perché è obbligatorio formare il lavoratore, quando, come e quanto deve essere formato. Per sapere se sei in regola con la formazione dei lavoratori chiama l’ufficio formazione di CNA.

Lina Balzan
tel. 0332 23 45 18
lbalzan@cnavarese.it

  • 23 settembre 2019

corso di formazione lavoratore rischio alto

  • 23 settembre 2019

corso di formazione lavoratore rischio medio

  • 23 settembre 2019

corso di formazione lavoratore rischio basso

Lascia un commento

la-formazione-obbligatoria-del-lavoratore-cosa-devi-sapere-cna-varese